La rivincita di Paulo e Gonzalo

Sfogo dopo un Inter-Juve dai tanti significati

Scritto da Marco Rogério  | 

 

Oggi mi voglio sfogare. Ne ho bisogno. Voglio togliermi tutti i sassolini dalla scarpa e non avrò pietà di nessuno. Dopo tutto lo schifo che ho letto e sentito in questi mesi, devo proprio farlo!

Paulo Dybala… “il bambino viziato che fa il broncio quando non gioca, che non ha rispetto per la squadra. Quello senza carattere, senza palle, un po’ fragile, che soffre Cristiano!”
Gonzalo Higuain… “il ciccione mangia merendine, che ha perso smalto, brillantezza, il killer instinct. Quello dalla psiche instabile, vedi Milan, che fallisce nelle partite che contano”.

Mi voglio sfogare!

Ho passato mesi a leggere e ad ascoltare, a sopportare queste accuse. Ci si è messo pure il mercato ad amplificare l’eco delle stronzate. Prendiamo lo scambio Dybala-Lukaku, l’apoteosi della schifezza. Quante assurdità scritte pur di giustificare quello scempio, pur di liberarsi una volta per tutte di quel peso con il numero 10 sulle spalle. Uno scambio che non aveva ragion d’esistere, sotto tutti i punti di vista. Nemmeno economico! Eppure Lukaku di qua, Lukaku di là: “È perfetto per Sarri!”
Ma per piacere!
Non parliamo poi della tanto discussa compatibilità tra Ronaldo e Dybala“Non sono compatibili perché… boh!”
Opinioni basate esclusivamente sulle antipatie verso Paulo, né più, né meno. 3 assist consecutivi per Cristiano nelle ultime partite. Dybala manda in gol Ronaldo. L’ultimo è stato annullato per qualche centimetro di fuorigioco? Chi se ne frega! La sostanza non cambia. Tre indizi fanno una prova. I due sono compatibili, che vi piacciano o meno. Con Sarri finalmente si gioca palla a terra. Grazie Maurizio!

C’è chi vede limiti e chi invece trova soluzioni.

Paulo e Gonzalo… non potevano scegliere una partita migliore per zittire tutti i loro haters: l’Inter di Conte e Lukaku, neanche a farlo apposta. Godo!
C’era chi tra gli “juventini”, sotto sotto, un po’ ci sperava in una prestazione negativa di Dybala e in uno-due gol di Lukaku, solo per poter dire: Visto? Era meglio il wrestler. Un consiglio: cambiate squadra. Anzi, forse è meglio cambiare sport!
Ma i peggiori di tutti in questa storia sono quelli che hanno passato mesi a sparare merda sui due attaccanti e poi, come per magia, tutto dimenticato. Dybala rifiuta il Manchester? “Facciamolo marcire in panchina, anzi in tribuna. Persona imbarazzante che ci sta bloccando il mercato”.
L’ho letto. Da più persone. Ed ora sempre gli stessi: “Paulino è tornato, che bello. Sempre Inter merda!”
Cuoricini ovunque. Troppo facile così. Troppo!

Non sono mancati nemmeno gli insulti nei miei confronti. Perché fin dal primo giorno di Sarri ho sperato nel recupero di Higuain e nel rilancio di Dybala. Ci ho sempre creduto!
“Sei un illuso, non capisci niente!”
Sorvoliamo.

C’è anche del bello però in tutta questa storia. Il 10 e il 9, che ora ha il 21, che prima però era del 10. Due amici legati da un destino comune: due esuberi, due scarti, diventati eroi per una sera. La stessa sera. Due amici “rivali” che hanno scelto di restare e lottare per conquistare un posto, anche se grazie al lavoro e all’intelligenza di Sarri non è detto che non possano giocare insieme. A maggior ragione quando Cristiano dovrà rifiatare.
Due gol meravigliosi, il mancino splendido di Paulo dopo 4 minuti, il destro “secco e freddo” di Gonzalo dopo 24 passaggi consecutivi. La Juve in HD è tornata. Alla faccia vostra!

Vi dovrei chiedere scusa per lo sfogo, ma non mi va. Non sono io a dovermi scusare.


💬 Commenti