Perché Klopp merita di vincere questa Champions

Elogio all'allenatore che più di tutti ci fa impazzire

 

A cura di Marco Rogério

Il primo pensiero va alla finale dell’anno scorso. Prima Ramos che “spacca” Salah, poi il disastro di Karius. Più di tutti Klopp merita di rigiocare quella partita. Cambierà l’avversario, poco importa.

Perché Klopp merita questa Champions…
Perché rischia di arrivare secondo in campionato con 97 punti, e perché la prima volta in finale nel 2013 contro il Bayern del triplete perse solo all’89esimo.

Perché dà l’idea di essere una brava persona, una specie di papà per i suoi giocatori, che darebbero tutto per lui.
Perché è simpatico, intelligente. Perché ci fa divertire. Perché è "heavy metal". Perché nessuna partita è mai scontata con lui in panchina. Perché non specula sul risultato. Perché non cerca alibi dopo gli infortuni di Firmino e Salah. Anzi, si presenta in conferenza con il sorriso.

Perché Klopp…

Perché al terzo tentativo una gloria te la meriti per forza.
Perché questo allenatore ha coraggio nel portare avanti le proprie idee. Ma sa anche cambiarle quando serve, ammettendo di aver sbagliato. Scherzandoci su.
Perché le parole di Caressa fanno male. “Non vince mai, è un perdente di lusso, esaltiamo un perdente solo perché fa giocare bene le sue squadre”. Queste parole fanno male al calcio. Non si può ridurre tutto ai titoli vinti, senza contestualizzare.
Klopp fa rendere al meglio i suoi giocatori. Non vince con i più forti ma vuole batterli. Vincere con Wijnaldum, Shaqiri e Origi non è proprio da tutti, è da eroi.

E per finire, perché Klopp merita questa Champions…
Perché in tutti noi c’è dentro un piccolo Jurgen che più volte è arrivato secondo, dietro a quello più bravo e forte; e per una volta, per una dannata volta, meriterebbe di poter urlare di gioia ed essere ricordato come il numero uno.

Io tifo Klopp!


💬 Commenti