Juventus-Empoli 1-0 - Top & Flop

Scritto da Fabio Villani  | 

Vittoria di misura per la Juventus, all'Allianz Stadium, in un soleggiato sabato pomeriggio che fa riprendere i campionati dopo la sosta di Marzo dedicata al calcio delle nazionali.

La Juventus di Allegri batte l'Empoli di Andreazzoli 1-0 grazie al gol (il quarto nel 2019) di Moise Kean, che continua a vivere il suo momento di grazia dopo aver deliziato il nostro palato anche con l'Italia di Roberto Mancini.

Ma veniamo alla partita con i Top & Flop:

 

TOP

Moise Kean: Troppo facile, anche banale scriverlo ma non si può non esserlo in questi casi. Kean è entrato dopo 70 minuti di scarsissima vena creativa dell'intera squadra (e tanti fischi da parte del pubblico pagante, inusuale per una squadra in testa al campionato e ai quarti di Champions League). Sono bastati 3 minuti per raccogliere la sponda di Mandzukic e spendire in porta il pallone che vale 3 punti. Non sarà Messi, non sarà Ronaldo...ma un giocatore di 19 anni che ha questi numeri sembra davvero speciale.

Daniele Rugani: Partita senza alcun tipo di sbavature per il centrale di Lucca che ha appena festeggiato il suo rinnovo contrattuale fino al 2023 con la Juventus, sfidando proprio l'altra sua ex squadra: l'Empoli. Non sarà un fenomeno ma un giocatore di quell'età, a quelle cifre e un carattere non ingombrante può tranquillamente starci nella rosa della Juventus.

Giorgio Chiellini: Una sicurezza, semplicemente impeccabile

 

FLOP

Federico Bernardeschi: Dopo la grande prestazione sfornata contro l'Atletico Madrid ci si aspettava sicuramente di più da questo giocatore, in assenza del suo collega di reparto Paulo Dybala. Pochi spunti, molta confusione e soprattutto tante scelte sbagliate negli ultimi 20 metri. Discontinuo.

Emre Can: Non si capisce bene in quale ruolo ha giocato (ma in tanti hanno avuto questo problema, soprattutto nel primo tempo) nello scacchiere tattico disegnato da Massimiliano Allegri. Tanti errori tecnici e poca lucitià. Siamo sicuri che il tedescone ex Liverpool saprà fare di meglio nelle partite decisive che ci aspettano.

Alex Sandro: Il brasiliano continua il suo annus horribilis giocando in modo inquietante. Peccato, perchè l'Alex Sandro del girone d'andata sembrava un giocatore finalmente in ripresa. Spinazzola è in agguato per il posto da titolare in quel ruolo?


💬 Commenti