Verona-Juventus: Top&Flop

Una sconfitta bruciante e meritata

Scritto da Andrea Palmisciano  | 

 

Top

Ronaldo

L'unico a crederci sin dal primo minuto, il solo a prendere l'iniziativa in un'altra serata no. Segna dopo un'azione che, per tenacia, atletismo e tecnica rende difficile credere che sia lui quello di 35 anni,soprattutto se paragonato ai compagni. Unica luce in una serata dove non esiste il salvabile.

 

Flop

Higuain

Incomprensibilmente riproposto da titolare dopo la prova contro la Fiorentina, il Pipita replica esattamente la stessa prova della settimana scorsa. Non punge più in area di rigore, ma non si rende utile neanche nella costruzione della manovra offensiva e viene costantemente anticipato dai difensori avversari. Al di là del modulo, non può essere il titolare di questa Juve.

Pjanic

Prestazione imbarazzante. E non per l'errore che porta al gol, dove divide le colpe con Bentancur, ma per tutto il resto. Da Juventus Sassuolo, Miralem ha di fatto smesso di giocare. Se questo sia dovuto a una condizione fisica, a problemi tattici, o tecnici non lo sappiamo, ma, ad oggi, è solo l'ombra di sé stesso. Rispetto allo scorso anno ha quasi dimezzato il numero di passaggi lunghi e di passaggi chiave a partita (passaggi che portano al tiro un compagno).

Bentancur

Serata no anche per Rodrigo. Sbaglia tutti i tempi di pressing, abbandona spesso Cuadrado non offrendogli una soluzione di passaggio pulita per la costruzione dal basso, e si rende protagonista di un errore grave nell'occasione del gol avversario, con un colpo di tacco sbagliato tanto nelle intenzioni quanto nella realizzazione, evidenziando una leggerezza che un giocatore che ambisce a diventare un top non può permettersi.

Bonucci

Resta spesso a metà quando si tratta di difendere, gioca troppi palloni lunghi anche quando la squadra dovrebbe tenere palla e respirare. Ma un errore come quello del rigore concesso, in quel momento della gara, evidenziano anche una stanchezza mentale non indifferente.

Sarri

Lasciando da parte l'isteria di chi chiede l'esonero a stagione in corso di un allenatore, tra l'altro, primo in classifica, oggi il mister bianconero ha delle colpe evidenti. Non è possibile riproporre lo stesso atteggiamento a 2 settimane dalla partita contro il Napoli, non se ti chiami Juventus. La sensazione è che molti giocatori restino a metà tra le proprio caratteristiche/abitudini e le sue richieste, motivo che deve portarlo a fare delle scelte, anche pensanti, ma che diano una scossa alla squadra.

 


💬 Commenti