17 maggio 2019 - D-Day

Dott. Max, Mister Allegri e lo sbarco in Normandia dei Capiscers...

Di Nico Papaleo

 

Dopo 5 anni di gestione sportiva Massimiliano Allegri non è più l'allenatore della Juventus. Ieri alle 12.48 con una nota, la società
bianconera comunica l'interruzione del rapporto con il tecnico livornese. Finita la premessa e sotterando l'ascia di guerra, cercherò 
di rendere gli onori dovuti al Conte Max anche perchè mi sono "divertito" abbastanza su Twitter meglio fare i seri per qualche minuto XD. 

Non credo di sbagliare nel dividere il Ciclo di Allegri in due parti nette e distinte, la prima molto bella, Dottor Max prende il timone lasciato 
da Antonio Conte in una calda giornata di Luglio, e porta la nave due volte in tre anni nel porto finale della coppa dei campioni. Restituendo i 
palcoscenici europei ad una squadra che "avevah la facciah biancah quandho si dovevah giocareh co' i Mammo". La seconda invece, Mister Allegri in
due anni trova sulla sua strada difficoltà tecniche e fisiche, con una media altissima di infortuni e mai una quadra negli 11 titolari.
A fare da contorno inoltre innemerevoli problemi nati con i vari giocatori della rosa che si sono assecondati durante le stagioni, riconducibile
anche all'essere troppo aziendalista e a dover ricominciare sempre da capo ad ogni ritiro.

Il tecnico livornese, in questi 5 anni (5 scudetti 4 Coppe Italia 2 Supercoppe Italiane), ha avuto un approccio nettamente diverso dalla gestione 
precendente. Un bene inizialmente per alcuni aspetti, infatti la squadra ha pochi problemi fino alla fine terza campagna europea, meno bene nel 
proseguo degli altri due anni, istallando dogmi meno adatti al ritmo e alla velocità infrasettimanale ma piu vicini alla sua visione del gioco. 

Quest'ultimi, non hanno trovato riscontro positivo sia in una parte del direttivo, Nedved e Paratici, sia nel tifo bianconero, spaccandolo 
irrimediabilmente in due fazioni, cavs e capiscers (sapete a cosa mi riferisco). La scintilla o la Pearl Harbor, sono proprio alcune 
critiche alla prestazione di Allegri nel settembre 2016 nel dopo partita di un ottimo Juve-Sassuolo finito 3-1 con tante occasioni da gol sprecate.
Che spengono gli entusiasmi di un gioco ritrovato, e fanno da premessa allo spento Juventus-Siviglia (0-0) di pochi giorni dopo. Questa retromarcia 
arma così i Capiscers che decidono di insorgere"....mmmh mi ricorda una situazione gia vista quest'anno?! Dejavù!

Le unità di intenti societarie invece si incrinano imho, alla fine di quella stagione dopo la finale di Cardiff. Come se si fosse scollato o rotto 
qualcosa,ma alla fine i cocci in qualche modo vengono ricomposti e il tecnico livornese rimane al suo posto. Il resto della storia la sappiamo tutti
fino ad oggi, fino allo "allo sbarco in Normandia" durato un mese, i capiscers fiduciosi e speranzosi nel trio Paratici Nedved e Momblano restano 
sotto i colpi degli Mg dei cavs allegriani per 4 settimane, il D-Day inizia il giorno dopo Juventus-Ajax, ritorno del quarto di finale di Champions 
League. 

Massimiliano Allegri non è piu sulla panchina della Juventus,ogni ciclo ha il suo inizio e fine naturale, mentre si consuma un lutto tragico tra
i Cavs e i giornalisti filo allegriani (non è morto eh), ci sono da fare i saluti al mister tra i piu titolati della società bianconera e del calcio
italiano, risultati che resteranno nella storia. Saluto doveroso che gli dovrà riservare l'Allianz Stadium domenica sera, a lui e anche ad Andrea Barzagli.


Lo sbarco è finito, aspettando l'ufficialità del nuovo mister, la strada per "il Nido delle Acquile" di Istambul è lunga ed solo all'inizio. 

Fino alla fine...

 

 

 

 


💬 Commenti