Juventus-Napoli: Top&Flop

Ronaldo e Dybala regalano 3 punti importantissimi

Scritto da Andrea Palmisciano  | 

Top

Ronaldo

Al di là del gol, dove dimostra una tecnica di tiro di pregevole qualità, ho apprezzato molto il suo atteggiamento, poiché ha anteposto il bene della squadra alle sue solite azioni eccessivamente individualiste, capendo il momento delicato della squadra, soffrendo con essa soprattutto nel secondo tempo, dove ha offerto un ottimo contributo in fase di non possesso.

Chiesa

Continua l’ormai infinita striscia di partite positive dell’esterno ex fiorentina, che sembra un veterano di questa squadra per come riesce ad essere decisivo nei momenti chiari della gara, andando a cercare l’azione personale quando deve, strappando in campo aperto quando l’avversario ti dà la possibilità; l’assist questa volta arriva da destra, ma ormai sembra non fare alcuna differenza per lui. Inoltre, pare sia diventato anche più ambizioso quando alza la testa e cerca il compagno da servire, e più volte nel corso della partita l’ho visto cercare il passaggio sulla corsa, ben calibrato, con i tempi giusti. Per distacco la più dolce sorpresa della stagione bianconera. Sotto possiamo notare alcune statistiche che indicano come sia riuscito – in realtà non solo contro il Napoli – ad incidere in entrambe le fasi di gioco, risultando un valore aggiunto anche in non possesso.

Bentancur&Rabiot

Una prova oltre quelle che erano le mie aspettative per la mediana bianconera, che riesce a sovrastare per larghi tratti di gara il centrocampo partenopeo, offrendo una buona prova soprattutto dal punto di vista difensivo, non risparmiandosi quando c’era la possibilità di aggredire e attaccare gli spazi. Bentancur trova pure l’assist per Dybala, ma anche Rabiot si è reso protagonista di percussioni interessanti che potevano essere sfruttate meglio. Sicuramente più a loro agio quando non trovano una squadra chiusa.

Dybala

Dopo 87 giorni di calvario, tra infortuni, polemiche sul rinnovo, e qualche attacco gratuito da parte di chi non si rende conto dell’importanza avuta dal dieci bianconero nei suoi anni di militanza alla Juventus, torna a mettere piede in campo, e gli basta poco per lasciare il segno, a modo suo, con quel tiro perfetto a fil di palo che abbiamo ammirato per ben 99 volte. Sarà importante per il raggiungimento della qualificazione in Champions e per la finale di Coppa Italia, questo a prescindere da quello che sarà l’epilogo a fine anno. Bentornato Joya.

Flop

Chiellini

Non gioca una brutta partita, ma l’intervento scellerato e scomposto poteva costar caro anche questa volta, come all’andata, dove pregiudicò la gara mettendo il Napoli nelle condizioni di chiudersi e ripartire, scenario a loro più congeniale.

Morata

Quando si dice che le statistiche non esprimono sempre tutto. Alvaro è a 9 assist in serie a, il miglior giocatore bianconero in questo campionato per passaggi vincenti ai compagni, ed è una statistica paradossale se andiamo a vedere quale sia il difetto più grande – che mai è riuscito a limare – dalla sua prima esperienza alla Juve alla seguente, ovvero l’incaponirsi in improbabili dribbling, abbassare spesso la testa, e non fare la scelta giusta. È comunque utile per condurre palla in campo aperto, ma iniziano ad essere tante le scelte sbagliate negli ultimi metri dal centravanti spagnolo.

 


💬 Commenti