Liste Champions & Mercato: un problema da risolvere

L'impatto su acquisti e cessioni

Scritto da Alessandro Lucia  | 

 

Oggi primo settembre si apre ufficialmente la finestra calciomercato della Serie A, e mentre più o meno affermati esperti di mercato giocano a chi la spara più grossa, la discussione degli ultimi giorni in casa Juve riguarda la possibilità o meno di tesserare altri giocatori extracomunitari.

Ma in questo pezzo voglio soffermarmi su una questione altrettanto ingarbugliata, ma molto più decisiva per quanto riguarda il mercato bianconero: parliamo dell'atavica questione delle liste Champions.

 

Premetto che sono convinto che la società debba seriamente iniziare a investire sui giovani primavera non soltanto come plusvalenze, ma anche come pedine da poter integrare in prima squadra. Non mi illudo di trovare il fuoriclasse di turno, ma se si potesse ottenere anche solo una discreta riserva, forse non ci troveremmo ogni agosto a fare i salti mortali per le liste Champions.

 

In breve, la Juve può registrare 25 giocatori, a patto che almeno 4 siano “cresciuti nel vivaio(CTP: Club Trained Player), condizione che al momento è soddisfatta dal solo Pinsoglio.

Restano dunque 21 posti:

 

 

1 Szczesny

2 Buffon

3 Danilo

4 Cuadrado

5 De Ligt

6 Bonucci

7 Chiellini

8 Demiral

9 Alex Sandro

10 Pellegrini

11 Arthur

12 Bentancur

13 Rabiot

14 Ramsey

15 Khedira

16 McKennie

17 Costa

18 Bernardeschi

19 Kulusevski

20 Dybala

21 Ronaldo

 

Dando per certa la partenza di Higuain, al momento non solo la lista è completa, ma presenta ben due esuberi: Rugani e De Sciglio o, in alternativa, Pellegrini, ma per il momento voglio sospendere il mio pessimismo e sperare che tra i due terzini venga inserito quest'ultimo.

 

La situazione numerica comunque non cambierebbe, dobbiamo trovare il posto come minimo per un attaccante e possibilmente anche per un centrocampista, ma prima di passare in rassegna tutte le opzioni, è fondamentale ricordare che Moise Kean non occuperebbe posti in questa lista, in quanto cresciuto nel vivaio. Se la società, come qualcuno ha dato ad intendere negli ultimi giorni, volesse dare a mister Pirlo non una ma due nuove punte, una di queste dovrebbe PER FORZA essere Kean.

 

Per questo motivo le cessioni sono fondamentali: senza neanche considerare Pjaca, Perin e Romero, la rosa della nuova Juve passa dalle decisioni della società in merito a tutti quei giocatori “in bilico”: Costa, Bernardeschi, Khedira e Ramsey. 

 

Per cui quali opzioni abbiamo? Cercherò di elencarle, ordinandole dalla migliore (per me) alla peggiore.

  1. Escono sia Khedira che Ramsey; entrano un centrocampista, una punta e Kean. Soluzione ideale.
  2. Eventuale operazione parallela: fuori uno tra Costa e Bernardeschi, dentro un esterno più affidabile
  3. Esce uno tra Khedira e Ramsey E uno tra Costa e Bernardeschi; entrano un centrocampista, una punta e Kean. Questo potrebbe portare a poca profondità sulle fasce.
  4. Esce uno tra Khedira e Ramsey; entrano Kean e un centrocampista. Nessuna seconda punta.
  5. Esce uno tra Costa e Bernardeschi; entrano Kean e una punta. Solo quattro centrocampisti fisicamente affidabili.

 

La situazione è molto delicata, ed è da tenere presente che in questa sede non ho nemmeno considerato le questioni di bilancio, limitandomi alle liste, argomento quindi assai scottante, quantomeno se si vuole evitare un altro caso Emre Can.

 

Per concludere, ci sarebbero altre due possibilità, ovvero: che non esca nessuno dei sopracitati, includendo il solo Kean come volto nuovo; o che ne esca uno e, oltre a Moise, vengano inclusi in lista Rugani e/o De Sciglio.

 

Ma preferisco non pensarci.

 


💬 Commenti