Double Face

Scritto da Fabio Villani  | 
image

 

Metà gestione, metà elettricità.

Una Juventus double face quella che è scesa dopo la sosta dedicata alle nazionali contro il sorprendente (ma mica tanto) Sassuolo di Roberto De Zerbi.

Allegri ha scelto un 4-3-3 muscolare per questa partita, optando per un turno di riposo a Pjanic e facendo esordire Emre Can assieme a Khedira e Matuidi mezzali pronte ad inserirsi. In realtà nel primo tempo la Juve ha creato poco o nulla, giocato con un ritmo piuttosto basso concedendosi qualche velleità offensiva grazie ad un Joao Cancelo formato deluxe e alle sfuriate dell'uomo col numero 7 che verrà ripagato successivamente. 

Anche nel secondo tempo il copione è simile, almeno fino al boato del minuto 65: il primo gol di Cristiano Ronaldo allo Stadium. Un semi-pasticcio della difesa del Sassuolo, misto alla capacità di trovarsi nel momento giusto nella giusta posizione da parte del rapace portoghese.Ed è l’apoteosi per uno stadio che non aspettava davvero altro.

Poi il cambio: fuori Mandzukic e dentro Douglas Costa. La Juventus comincia a carburare e a fare calcio con i suoi 2 uomini di maggior fantasia dietro a CR7. Il raddoppio è questione di minuti: ripartenza coi fiocchi, gran palla di Emre Can e diagonale vincente di Ronaldo che batte per la seconda volta Consigli. 

La Juventus nel finale potrebbe dilagare ma ancora una volta, anche nel momento migliore, riesce a distrarsi e a combinare la frittata: ingenuità della retroguardia difensiva sul gol di Babacar su assist di Dell'Orco e infine un gesto inqualificabile di Douglas Costa.

Qui consentitemi di dare un parere strettamente personale: sono un fan di Douglas Costa dai tempi di Donetsk e proprio per questo sono doppiamente deluso e arrabbiato con il giocatore brasiliano. Credo che sarà stato sicuramente provocato da Di Francesco, ma un giocatore di quel tipo non puo’ e non deve lasciarsi trascinare da questi trucchetti di bassa lega. Deve lasciare spazio al campo dove, fino a quel momento, spadroneggiava. Ed è un peccato perchè per questa incredibile ingenuità verrà quasi sicuramente squalificato e, probabilmente, pagherà sulla sua pelle una multa da parte della società. Una multa sacrosanta.. 

Dovremmo star qui a parlare di come questi 3 giocatori dovrebbero essere complementari insieme, celebrare la prima doppietta italiana di Cristiano Ronaldo e invece…ci ritroviamo con un piccolo rammarico. Speriamo che sia solo passeggero in vista del primo vero grande appuntamento stagionale, quello di Valencia. Il nostro esordio in Champions League.

MVP: Cancelo. Sarebbe troppo facile premiare Ronaldo, ma l’apporto costante (nelle due fasi) dell’altro portoghese è stato devastante anche per la continuità della prestazione offerta durante tutti i 90 minuti.


💬 Commenti